I Centenari


 
 

CONCILIO



Legami di valore.
Tendenze di avanguardia

 
 



CONCILIO

Dal 1911


IL FASCINO DELL'ELEGANZA

Ha il fascino di un’eleganza senza tempo la storia narrata da Pietro Concilio, custode e memoria di un secolo di cambiamenti nello stile della moda maschile partenopea, che mantiene viva la stessa reputazione che il padre, e ancor prima il nonno, apprezzabile sarto napoletano dei primi del ’900, ha costruito e valorizzato nel corso di anni di impegno e duro lavoro. Tutto inizia nel 1911 in un piccolo laboratorio di Chiaia dove il nonno Pietro si dedica alla sartoria di abiti per uomo che si distinguono subito per eccellenza di fattura ed eleganza. Dopo i primi successi, investe talento e risparmi, per allargarsi in una nuova sede nei pressi di Piazza Carità, occupandosi personalmente di tutte le fasi della lavorazione, dal taglio al cucito, dalle rifiniture alle varie messe in prova. Quando nel 1927 inizia la bonifica dell’area ed è costruita la funicolare centrale, Pietro decide di spostarsi in via Toledo al n. 270 dove, ancora oggi, ha sede l’attività della famiglia Concilio. Confezionare un prodotto di sartoria richiede tempo e dedizione e, soprattutto, conoscenza del mestiere. Ma a volte confezionare l’abito non basta. Conoscere chi lo indosserà, capire i suoi gusti e interpretare i suoi desideri sono l’essenza stessa di quest’arte che si fonda dunque su un legame forte con i clienti. Dietro un abito c’è un’arte minuziosa di altissima precisione e grande competenza. E Pietro svolge con amore e passione il suo lavoro. Così inizia a raccogliere i primi frutti del successo. Il trasferimento della sede a via Toledo gli apre le porte della clientela più esigente – la borghesia napoletana – che lo condurrà, a cavallo degli anni quaranta, a divenire fornitore della Casa Reale.

Dopo le due guerre e la morte prematura di Pietro, è la giovane moglie dell’imprenditore a portare avanti l’attività di famiglia e a crescere i loro otto figli. “Mia nonna è stata una persona davvero importante, esempio di forza e determinazione, è riuscita contemporaneamente a gestire impresa e famiglia”, afferma con orgoglio il nipote. Solo uno dei figli, Guido, continua l’attività dei genitori. E, agli inizi degli anni settanta, immedesimatosi completamente nei ritmi della sartoria, percepisce l’onda di cambiamento nel mercato. La trasformazione degli stili di vita e di consumo e il rapido diffondersi del prêt- à-porter nel circuito dell’offerta del prodotto moda impongono sfide che la famiglia Coincilio interpreta come una grande opportunità ed è in grado di cogliere efficacemente nel segno del rinnovamento. Ed è proprio quest’orientamento imprenditoriale che consente all’impresa di essere, ancora oggi, annoverata tra le family business più longeve di Napoli. Così, grazie all’intuizione e alla lungimiranza imprenditoriale, anticipando e interpretando i tempi, il laboratorio artigianale è trasformato in una vera e propria boutique, dove la stoffa è ben presto sostituita da capi già confezionati, selezionati da fornitori esclusivi, in grado di soddisfare le esigenze di un cliente maggiormente consapevole ed alla ricerca di un proprio stile.

Si intraprende, dunque, la strada del consolidamento di una identità rinnovata dell’impresa. L’onestà e la correttezza – manifesto etico della famiglia – premiano l’impresa che, orientata alla soddisfazione dei suoi clienti, cerca di non subire passivamente la moda bensì di cogliere le opportunità che essa offre. Ma la famiglia alla metà degli anni Novanta è colpita da un altro lutto. “La morte di mio padre coincide con la crisi economica del 1995. Il nostro valore più grande era la credibilità verso i clienti e ho sentito tutto il peso di dover mantenere alto il nostro nome”, racconta Pietro, il figlio di Guido che continua ancora oggi l’attività con lo stesso impegno. Ha inizio, così, il suo personale percorso di crescita umano e imprenditoriale. È figlio unico e sente su di sé la responsabilità di andare avanti, negli insegnamenti del nonno e del padre. La boutique si arricchisce delle sue nuove idee e la gestione è implementata con modelli più efficaci ed efficienti. Nel 2000 il progetto di crescita e trasformazione dell’attività culmina con l’ampliamento dell’assortimento commerciale; l’offerta si arricchisce di prodotti che incontrano anche i gusti di una clientela più giovane. Sempre nel rispetto della qualità, del gusto e della raffinatezza e sempre cercando di anticipare le tendenze della moda, nel segno della sobrietà.

Nel solco tracciato dai predecessori, l’impresa continua ancora oggi ad interpretare mode, tendenze e stili di vita, seguendo i valori che la famiglia ha sempre messo al centro di tutte le scelte imprenditoriali. Tra questi, il rispetto, la correttezza e l’onestà che hanno determinato, negli anni, un orientamento al cliente basato sulla definizione di relazioni di stima e fiducia di lungo periodo. La soddisfazione del cliente è, infatti, non solo nel prodotto venduto e poi indossato ma nel legame duraturo instaurato in grado di generare fiducia e fedeltà.



ARTIGIANALITÀ E STORIA

Il cliente è soddisfatto quando riceve un prodotto di qualità, è seguito nelle fasi post vendita ed è sempre accontentato in qualunque esigenza. “Il nostro patrimonio è il cliente e per questo la sua soddisfazione deve essere massima” – sostiene Pietro – “proprio nel rispetto del cliente non facciamo saldi, applicando la massima trasparenza nei prezzi alla vendita”. E in questo senso sono tante le scelte e le azioni intraprese per mantenere un legame vivo anche con i clienti che non vivono più in città, ma che quando rientrano trascorrono volentieri qualche ora nella boutique Concilio in memoria dei vecchi tempi.

Il marchio, segno distintivo della boutique, ancora oggi esprime il carattere dell’artigianalità della proposta di valore ed è simbolo della storia longeva di questa famiglia, arrivata alla terza generazione, che intuisce i cambiamenti in atto nella moda, legati soprattutto alle trasformazioni negli stili di vita e di consumo e all’introduzione delle nuove tecnologie di comunicazione e vendita. E per questo si prepara ad affrontare sfide non semplici e a cavalcare l’onda lunga del progresso e dell’innovazione anche nella vendita al dettaglio.





"Il nostro patrimonio è il cliente e per questo la sua soddisfazione deve essere massima applicando la massima trasparenza nei prezzi alla vendita. E in questo senso sono tante le scelte e le azioni intraprese per mantenere un legame vivo anche con i clienti che non vivono più in città, a che quando rientrano trascorrono volentieri qualche ora nella boutique Concilio in memoria dei vecchi tempi."




 
 
PIETRO CONCILIO
 
 


INDIRIZZO

via Toledo 270
80132 Napoli

TELEFONO

+39 081 415731